Server Dedicato o Virtuale?

Nel panorama dei servizi hosting, esistono oggi diverse opzioni da tenere in considerazione quando si vuole scegliere un server dalle caratteristiche adatte al proprio sito web. Oggi parliamo della differenza tra server dedicato e server virtuale, cercando di orientarti nella scelta dell’uno o dell’altro in funzione del tuo progetto web e delle risorse che richiede lato server.

Cos’è un server dedicato?

Un server dedicato è un computer che ospita esclusivamente il tuo sito web. Solo il tuo. Si tratta pertanto di una  soluzione molto solida per quanto riguarda da un lato una mera questione di affidabilità, dall’altro per la gestione di grosse moli di traffico e picchi di visite. Un server dedicato ti mette al riparo dai downtime che possono essere causati al tuo sito web da malfunzionamenti che riguardano altri siti hostati sullo steso server  perché, chiaramente, non ce ne sono.

Quando è consigliabile usare un server dedicato?

Un server dedicato è consigliabile soprattutto nei casi in cui ci siano particolari necessità in termini di sicurezza dei dati e della loro protezione rispetto ad attacchi esterni, indipendentemente dal traffico. Avere il proprio sito web ospitato su di un server di questo tipo è una delle migliori garanzie di solidità in questo senso. Se poi la soluzione è anche managed, cioè prevede un’assistenza e una manutenzione professionale del sistema, allora puoi dormire veramente sonni tranquilli.

Oltre alla sicurezza però, uno dei motivi (forse il principale) per i quali scegliere un server dedicato è l’affidabilità, vale a dire i tempi di uptime garantiti, anche in condizioni di picchi di visite o comunque di traffico elevato. Se infatti un hosting condiviso può andare in affanno e produrre rallentamenti del sito web già con 30 o 40 visitatori simultaneamente, un server dedicato può arrivare a sostenere un numero enorme di visite simultanee, in base a come viene configurato. La domanda piuttosto è semplice:

Di quante risorse necessita il tuo sito?

Ogni imprenditore del web dovrebbe preoccuparsi anche, se non addirittura soprattutto, di questi aspetti legati all’hosting, perché i rallentamenti hanno un peso enorme in termini di mancata conversione. Quanti visitatori raggiungono il tuo sito ogni giorno? Quante risorse richiede il tuo sito con 10 visitatori connessi simultaneamente? Quante con 100? Se come imprenditore non sai rispondere a questa domanda, ti consigliamo di rivolgerti immediatamente a un sistemista esperto o di contattarci per una consulenza gratuita sullo stato delle risorse server a disposizione e di quelle impiegate dal tuo progetto in questo momento.

Cos’è un server virtuale?

Un server virtuale è un computer su cui vengono ospitati diversi siti web, come un hosting condiviso, ma a differenza di quest’ultimo, ogni sito si trova su di una partizione di hard disk e ogni partizione è tenuta isolata e indipendente dalle altre. In questo modo ogni partizione (e ogni singolo sito web) ha a disposizione un numero definito e dedicato di risorse, che non possono variare in funzione del comportamento degli altri siti web. Se ad esempio il tuo “vicino di casa”, riceve un attacco informatico o un picco anomalo di visite, questo non può in alcun modo influire sul tuo sito web, perché entrambi si trovano su ambienti isolati, le cui risorse sono indipendenti ed allocate in modo esclusivo. Abbiamo comunque già trattato in passato l’argomento, spiegando cosa sono i server virtuali.

Quando conviene scegliere un server virtuale?

Un server virtuale garantisce le stesse condizioni di sicurezza e affidabilità di un server dedicato, ma non la stessa tranquillità, perché per quanto le varie aree siano indipendenti tra loro, la quantità di risorse allocabili è inferiore a quelle che possono essere messe a disposizione da un server dedicato a parità di configurazione hardware delle due macchine. Un server virtuale linux è sicuro e affidabile, ma non può gestire facilmente la stessa mole di traffico che richiede un server dedicato. Consigliamo pertanto la soluzione virtuale per tutte le startup del web con un sito web “pesante” e l’ambizione di crescere nel medio periodo in termini di visite attraverso attività di web marketing mirate.

Un server virtuale gratis non esiste, ma costa molto di meno rispetto a un server dedicato e consente di aumentare facilmente le risorse a disposizione. È la soluzione ideale se stai lanciando un nuovo progetto business sul web come un e-commerce e (come è naturale all’inizio) hai un traffico ancora basso. Via via che il traffico aumenta, potrai aggiungere risorse facilmente senza effettuare difficili migrazioni di server, pagando di più solo quando ce ne sarà bisogno.

Noi di Flamenetworks crediamo moltissimo in questa soluzione, per questo motivo siamo pronti a seguirti in tutto il percorso del tuo sito, fornendoti assistenza continua partendo dalla migrazione dei tuoi siti e offrendoti la nostra professionalità, sempre. Contattaci ora per una consulenza sullo stato del tuo sito web.

Rispondi all'articolo

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *