Prima di partire con Prestashop 1.7

Roberto Di Stefano

Roberto Di Stefano

Finalmente sono riuscito a farmi una buona chiacchierata con Roberto Di Stefano, giovane e abile developer siciliano, molto attivo nella community italiana degli svilupptori Prestashop. Fondatore del gruppo Prestashop Italia, Roberto studia e conosce il mondo dell’e-commerce dall’interno. Mi ha parlato di Symfony e ha pure lasciato una chicca per chi usa il noto CMS.

 

Ciao Roberto, quali sono i tuoi focus attuali?

Heyla Francesco!

Al momento sto incominciando a stilare gli obiettivi da raggiungere nel 2017, anno in cui cercherò di spostare il focus principale del mio lavoro – ovvero quello della creazione e personalizzazione di siti Prestashop – sulla stesura e ottimizzazione delle strategie di vendita degli ecommerce, ovviamente senza tralasciare il mio amore principale, ovvero Prestashop

Inoltre nel 2017 cercherò di curare maggiormente il mio blog presta-guru.com e il rapporto con la comunità Italiana di Prestashop e non solo.

Infine formazione, formazione, formazione…

 

Qual è l’errore che stai commettendo proprio in questa fase della tua carriera?

La mia carriera è ancora agli albori, per cui spesso commetto errori comuni e basilari, inevitabili però nella crescita personale e lavorativa.

Nel 2016 mi sarei dovuto maggiormente dedicare alla comunità Italiana di Prestashop, buona parte di loro è presente all’interno di un gruppo Facebook fondato da me qualche anno fa, ovvero Prestashop Italia, ma come detto, nel 2017 cercherò di recuperare

 

Perché dobbiamo aggiornare l’e-commerce all’ultima versione di Prestashop?

Prestashop 1.7 è una versione meravigliosa, versione in cui piuttosto che inserire nuove feautures, si è cercato di ottimizzare quanto più possibile quelle già esistenti, migliorando di parecchio la navigazione utente; inoltre per le web-agency tutto sarà più bello e fluido, perché questa nuova versione si basa su Symfony, il framework php più diffuso nel web.

Per i web design invece gli sviluppatori Prestashop hanno realizzato lo “Starter theme”, ovvero un’ossatura su cui sarà possibile realizzare i temi in maniera semplice e veloce.

Ovviamente prima di aggiornare Prestashop alla 1.7, consiglio vivamente di aspettare qualche release, così da evitare i bug che inevitabilmente si trovano nei primi rilasci di ogni nuova versione.

 

Parliamo di SEO: cosa offre Prestashop in questo momento?

Prestashop è un Cms facile da usare e personalizzare, in cui sono  presenti tutti i campi necessari per arricchire le schede prodotto (e non solo) dal punto di vista seo.

Ovviamente sappiamo bene che la differenza a livello di indicizzazione non la fa la piattaforma, bensì il vero e proprio SEO  che ci lavora.

L’unico suggerimento che do sempre è “spulciare” bene i temi che vengono acquistati, controllando che siano presenti i tag di base e gli hypertext distribuiti in maniera coerente, altrimenti bisognerà modificare pesantemente la struttura del tema.

 

Quanto deve avercelo grosso (il server) un sito ecommerce?

Diciamo che le dimensioni contano , ma preferisco spiegarmi meglio.

Molto dipende dalla grandezza dell’ecommerce e delle visite che si prevedono.

Piccola chicca:

Prestashop di default ha il modulo delle statistiche attivo, questo modulo scrive all’interno del database tutti le visite e i comportamenti degli utenti all’interno del proprio sito. Se da un lato questo modulo può fornire un alto numero di informazioni importanti per stilare la strategia di ottimizzazione, dall’altro appesantisce parecchio il database e quindi le performance del sito.

In particolar modo 3 sono le tabelle del database nelle quali vengono memorizzati questi dati:

ps_connection

ps_connection_source

ps_guest

(dove “ps_” è il prefisso della tabella)

 

Per finire, cosa suggerisci a chi si avvia verso la carriera di web developer?

I consigli che mi sento di dare, sono quelli che ho ricevuto e che mi hanno permesso di avviare la mia attività e ottenere risultati migliori di quelli auspicati:

  1. Mettersi in gioco
  2. Credere in se stessi
  3. Scegliere una nicchia
  4. Seguire le persone più influenti e preparate in quel settore
  5. Provarci
  6. Sbagliare
  7. Riprovare.

Rispondi all'articolo

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *