Whatsapp business, di Alessandra Gallucci

Alessandra Gallucci è una WhatsApp Marketing Expert. Insieme a Maria Rosaria Gallucci è autrice del libro WhatsApp Marketing. Da anni lavora come consulente e formatrice, aiutando numerose aziende ad utilizzare WhatsApp in maniera strategica.

Ciao Alessandra, ci racconti i tuoi attuali focus lavorativi?

Lavoriamo come consulenti e formatrici aiutando diversi business ad utilizzare WhatsApp in maniera strategica. 

Abbiamo fondato una WhatsApp Academy che offre corsi e percorsi di formazione one to one per aziende e liberi professionisti che vogliono scoprire come sfruttare l’applicazione in chiave marketing. 

Quale struttura avete scelto per il libro “whatsapp business” e a chi si rivolge?

Il nostro nuovo libro si rivolge a liberi professionisti e imprenditori che desiderano integrare WhatsApp Business nella propria strategia di comunicazione.  Dal 2018, anno di nascita di WhatsApp Business ad oggi le versioni professionali della popolare app di si sono evolute rapidamente. All’interno del testo illustriamo in modo pratico le possibili soluzioni per le imprese, le novità introdotte, come ottimizzare un account aziendale, qual è il percorso per acquisire contatti, creare funnel di vendita e sfruttare al massimo le liste broadcast. Non manca un approfondimento su come automatizzare le conversazioni con le API di WhatsApp Business per semplificare i processi di vendita, marketing, assistenza clienti e aumentare le conversioni. Forniamo ai lettori una lista di strumenti, tecniche utili ed esempi pratici applicabili al proprio business. 

Quali sono le differenze più importanti tra un account whatsapp normale e uno business?

L’account Business di WhatsApp presenta rispetto all’applicazione che utilizziamo in maniera privata una serie di funzioni utili che facilitano i processi di comunicazione con i clienti. Il primo elemento da considerare è il profilo aziendale, sul canale Business si può  creare una presenza ufficiale, con tanto di informazioni utili come numero di telefono, localizzazione dell’attività. E’ possibile automatizzare alcune tipologie di risposte con i messaggi di benvenuto e d’assenza. Altra feature da considerare sono le etichette che permettono di organizzare le conversazioni applicando alle chat dei tag. Non meno importanti le funzioni dedicate allo shopping, nello specifico il catalogo prodotti, il pulsante shopping e il carrello. All’interno del proprio account ogni attività può creare una vetrina virtuale in cui mostrare prodotti o servizi offerti  e portare avanti l’intero processo d’acquisto degli utenti all’interno della chat. Il punto di forza della vendita via WhatsApp sta nel conversational commerce, in altre parole con il potere della conversazione one to one si può regalare ai clienti l’esperienza del negozio fisico, fatta di relazioni, con l’istantaneità dello shopping online, offrendo un’esperienza unica e personalizzata. Diverso il discorso per le Api di WhatsApp che permettono di comunicare su larga scala, automatizzare e creare flussi di conversazioni anche con l’ausilio dei chatbot. 

Quali sono gli aspetti principali di cui tener conto per una Whatsapp business strategy?

Così come ogni canale di comunicazione anche con WhatsApp bisogna fissare degli obiettivi e costruire una strategia step by step che porti al raggiungimento degli stessi. Quando parliamo di comunicazione aziendale via chat dobbiamo sempre tenere presente che la personalizzazione e la relazione sono gli elementi che non possono mancare in una strategia. Le persone scelgono di comunicare via WhatsApp con un brand perché vogliono risposte rapide e rapporti umani. WhatsApp nasce per una comunicazione one to one ma grazie alle liste broadcast e alle Api di WhatsApp Business è possibile gestire anche una comunicazione one to many, in questo caso è fondamentale evitare lo spam,  segreto per il successo è quello di segmentare le liste contatti in modo tale da inviare il messaggio giusto alla persona giusta. Ovviamente anche qui vale la regola che i contenuti sono fondamentali, bisogna pianificare un piano editoriale ad hoc per i vari segmenti del target. Altro aspetto importante da un punto di vista strategico è l’integrazione di WhatsApp con gli altri canali digitali, è importante condividere e portare traffico sul nostro numero business sfruttando tutti i canali digitali e fisici che abbiamo a disposizione. WhatsApp può essere utile in ogni fase del customer journey degli utenti ragion per cui bisogna solo individuare la giusta tattica da adottare per ottenere risultati. 

Quali sono le attività che non possono proprio fare a meno di queste tecnologie?

In realtà tutte le attività e i settori possono trarre benefici sia in termini di reputation che di fatturato con WhatsApp. Sicuramente la chat conferisce un valore aggiunto a chi ha un e-commerce, in questo caso oltre ad offrire un customer care efficiente si possono fare una serie di azioni utili ad aumentare i profitti come ad esempio recuperare i carrelli abbandonati o inviare messaggi promozionali personalizzati. WhatsApp business può rivelarsi un valido alleato anche di tutti i local business che vorrebbero  vendere online ma non hanno uno shop virtuale. Sfruttando le funzioni per lo shopping, WhatsApp può trasformarsi in un vero e proprio canale di vendita con un investimento pari a zero. 

In ultimo, ci lasci qualche link per rimanere aggiornati sull’argomento?

Per rimanere aggiornati sul tema WhatsApp Business vi consigliamo di iscrivervi al nostro gruppo Facebook “WhatsApp Marketing per le aziende“, un luogo virtuale  all’interno del quale troverete, news, aggiornamenti, tutorial, interviste con esperti di settore ma soprattutto una community di professionisti e imprenditori con cui confrontarvi.

Rispondi all'articolo

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *