Email marketing da zero

Marianna Caravatta è Digital advertising Specialist in Studio Samo. Ha scritto Email Marketing da zero, un fortunato libro uscito per le edizioni Flaccovio.

Le ho posto alcune domande su questo importante e troppo spesso sottovalutato strumento di web marketing. Nell’introdurvi le sue risposte, ringrazio ancora Marianna per la disponibilità.

Ciao Marianna, ci racconti i tuoi attuali focus lavorativi?

Ciao Francesco e grazie per l’intervista. 

Da più di 6 anni ricopro il ruolo di Advertising Specialist in Studio Samo, una digital agency di Bologna e centro di formazione specializzato in digital marketing e realtà tra le più affermate nel campo della formazione e comunicazione sul web.

Oltre ad avere una verticalità sulla gestione di campagne pubblicitarie sui vari social media, quali Facebook, Instagram e LinkedIn, mi occupo di gestire campagne di email marketing e marketing, automation. Ed è proprio l’esperienza maturata in questo campo, che mi ha portato a scrivere il libro “Email Marketing da Zero”, edito da Dario Flaccovio Editore. 

Come hai strutturato il libro “email marketing da zero” e a chi si rivolge?

Email Marketing da Zero fa parte di una collana di libri in collaborazione tra Studio Samo e Dario Flaccovio Editore, chiamata “Digital da Zero”. Come si intuisce dal nome, è dedicata a non esperti del settore. I manuali sono pratici e con un linguaggio semplice, adatto a chi si approccia alla materia. 

Il libro è un manuale completo, il cui obiettivo è quello di far scoprire all’utente, non solo le potenzialità e caratteristiche dell’email marketing, ma tutto ciò che serve per impostare una strategia vincente e produttiva: dalla scelta della piattaforma da utilizzare, all’impostazione dell’audience di riferimento, alla creazione di campagne che convertono fino all’analisi delle performance. 

Cosa vuol dire creare un rapporto di fiducia attraverso le email?

Costruire un rapporto con i clienti che sia duraturo è un obiettivo a cui qualsiasi azienda deve ambire per avere successo nel mercato. Costruire la fiducia con l’email marketing ti consentirà di rafforzare questa relazione, infatti quando gli utenti si fidano di te, tutto ciò che includi nelle tue mail diventa più rilevante. La credibilità aumenta la portata delle campagne e aumenta la visibilità oltre le caselle di posta. 

Ogni giorno siamo bombardati da email, non facciamo in tempo a leggerle tutte che il numerino che indica quelle non lette sale di ora in ora. Il segreto di una campagna di successo consiste proprio nel saper emergere tra tutte queste mail ricevute dall’utente e di guadagnare così la sua fiducia, con una strategia studiata nei minimi dettagli. 

Ma come fare tutto ciò? 

In primis, credo che la cosa più importante sia la trasparenza verso il proprio pubblico. Dichiarare fin da subito quali sono le intenzioni delle mail farà in modo che i messaggi vengano aperti con più probabilità e soprattutto considerati dagli utenti se ne viene percepita l’affidabilità. 

Aiuta sicuramente a rafforzare la fiducia, un’attenta segmentazione delle liste di iscritti, così da personalizzare le mail in modo accurato e targettizzato. La segmentazione aiuterà ad effettuare delle comunicazioni mirate, fatte di contenuti pertinenti e personalizzati che permetterà di creare un rapporto con i contatti e migliorare così l’interazione con le mail inviate.

Come fare in modo che la lista di indirizzi email cresca in numero e anche in qualità?

La chiave di successo di una strategia di email marketing è avere un database di qualità. Esistono aziende che forniscono database di mail a pagamento. Questa può sembrare una scorciatoia allettante, ma è un’operazione che metterà a rischio l’attività, in quanto in contrasto con il GDPR. Quindi, se si vuole fare un buon lavoro, bisogna costruire la tua lista e creare il proprio pubblico popolandolo di persone in target con gli obiettivi del business e di clienti reali.

Per iniziare la raccolta delle liste di contatti è fondamentale inserire nel sito web un form di iscrizione. È l’unico modo per raccogliere contatti validi per la tua mailing list e proprio per questo deve essere performante. Un form ben progettato e con incentivi, ad esempio uno sconto legato all’iscrizione, può fare la differenza, far crescere la lista di contatti e aumentare vendite e lead.

Quali sono gli strumenti e le pratiche utili a monitorare bene l’andamento di una campagna email?

La gestione delle campagne di email marketing non si limita al semplice invio di una mail, ma è molto importante la fase di analisi e reportistica dei dati. Saper monitorare le performance delle proprie attività e l’unico modo per comprenderne il successo e capire se si stanno raggiungendo gli obiettivi prefissati. Il più grande vantaggio che ha la mail, rispetto ad altri canali, è che tutto è tracciabile. Si può quindi sapere quanti utenti hanno aperto la mail, cliccato su un link presente in essa, quante conversioni ha portato una singola mail e così via. 

Tutte queste metriche sono ben visibili nelle piattaforme di email marketing. A nostra disposizione ci sono numerose piattaforme e scegliere quella giusta per le proprie esigenze sarà determinante nel raggiungimento degli obiettivi. 

In ultimo, ci lasci qualche risorsa per restare aggiornati sull’argomento? 

Sicuramente vi invito a dare un’occhiata agli altri manuali presenti nella collana “Digital da Zero”. Poi per chi volesse invece approfondire la materia dell’email marketing, ottimi alleati sono sicuramente la piattaforma di e-learning di Studio Samo Pro e il blog di Studio Samo.

Rispondi all'articolo

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *